Nuovo prezzario OO.PP. Regione Lombardia

0
581

NUOVO PREZZARIO OO.PP. REGIONE LOMBARDIA

Come a molti noto Regione Lombardia, con la dgr XII/1979 del 4 marzo 2024, ha approvato l’aggiornamento, relativo all’annualità 2024, del Prezzario dei lavori pubblici di cui all’art. 41, c. 13, ed all’allegato I.14, del D.Lgs. 36/2023.

Questo aggiornamento contiene una prima parte delle voci strutturate secondo la nuova metodologia, sviluppata dal Politecnico di Milano nell’ambito dell’accordo di collaborazione con Regione Lombardia, che, a partire dall’aggiornamento dell’anno prossimo, alimenteranno la piattaforma digitale del prezzario.

La vigenza dell’aggiornamento 2024, fatto salvo quanto previsto dall’art. 4, c. 2, dell’allegato I.14 al D.lgs. 36/2023, decorre a partire da venerdì 8 marzo c.a., data in cui la Deliberazione è stata pubblicata sul BURL n. 10 SEO.

Nell’utilizzo del nuovo prezzario si nota un cambiamento radicale e si discosta da qualunque altro listino presente ed operante sul territorio nazionale.

A titolo esemplificativo si evidenziano di seguito alcune delle molteplici criticità riscontrate:

  • La struttura del nuovo Prezzario è particolarmente complessa e il suo schema logico è di difficile comprensione;
  • L’ordine di esposizione è privo di logica intuitiva mescolando opere di diversa categoria;
  • Il prezzario non consente una visualizzazione corretta della struttura impostata in modalità WBS nelle descrizioni costringendo pertanto gli utenti ad analizzare il listino in formato PDF;
  • La maggior parte delle voci hanno parti scritte riportate in copia due volte con evidenti problemi interpretativi e di consultazione;
  • Mancano moltissime voci di listino (lavorazioni) o sono riportate in categorie diverse;
  • Sono stati rilevati errori di valutazione e/o prezzi “fuori mercato”
  • Le analisi dei prezzi appaiono parziali e talvolta errate nella loro costruzione;

Riscontrate e verificate tali criticità l’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Varese ha inteso porre in essere una serie di iniziative tese alla risoluzione delle problematiche riscontrate nonché a promuovere azioni concrete sui tavoli regionali.

Riteniamo che il nuovo Prezzario presenti elementi di criticità tali da renderlo inutilizzabile o comunque di particolare difficile applicazione con un conseguente aggravio in termine di costi e tempo.

A tal proposito si informano i propri iscritti che abbiamo ottenuto che un rappresentante del Consiglio sia presente, di concerto con la Consulta Regionale degli Architetti e con le diverse Consulte delle professioni tecniche affinché Regione Lombardia addivenga ad una “sospensione in autotutela” di detto prezzario dando vita ad un percorso di “verifica” e di rettifica dello stesso e consentendo l’utilizzo del Prezzario Regionale 2023 sino al termine della fase sperimentale.

Al fine di raccogliere indicazioni e suggerimenti invitiamo tutti gli Iscritti a far pervenire alla segreteria dell’Ordine un proprio contributo così da poterlo evidenziare nelle prossime riunioni operative.

Detti suggerimenti/segnalazioni potranno essere inviati alla mail dedicata: segreteria@ordinearchitettivarese.it

Visualizzazioni: 137